Chiostri di Sant'Eustorgio un luogo di storia e di preghiera
Chiostri di Sant'Eustorgio un luogo di storia e di preghiera

Il Presepe di Francesco Londonio

Già nella collezione Cavazzi della Somaglia, e proveniente dalla villa Gernetto di Lesmo, in Brianza, il presepe è composto da circa sessanta figure sagomate, dipinte a tempera su carta e cartoncino, ed è stato realizzato dall’artista lombardo Francesco Londonio (1723-1783), specializzato in scene campestri, animali e presepi. Eseguito probabilmente fra il settimo e l’ottavo decennio del Settecento, fu commissionato dal conte Giacomo Mellerio, appassionato collezionista e proprietario della villa Gernetto. Nel corso dell’Ottocento, gli eredi Mellerio, quando fu chiara l’importanza del “presepe del Gernetto”, fecero montare le sagome entro cornici ovali o rettangolari che furono usate come decoro stabile per i saloni della residenza brianzola.
Entrato a fare parte della collezione permanente del Museo Diocesano Carlo Maria Martini grazie alla donazione di Anna Maria Bagatti Valsecchi nel 2018, il presepe è attualmente in corso di restauro.

Sezione in aggiornamento